Iniziative

Nota : i campi marcati con (*) sono obbligatori.
Nome e cognome * :
La tua email * :
Email del destinatario * :
Scrivi il tuo messaggio :
  Security Test Image
Digita il testo di sopra * :
Torna all'inizio





Università pubblica
Leggi
DDL Gelmini, fermata l'approvazione alla Camera. La mobilitazione prosegue. Martedì 30 novembre saremo nuovamente in piazza per contrastare questo provvedimento inaccettabile da tutti coloro che nell'università lavorano e studiano.Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL:Il DDL Gelmini sull'università deve essere ritirato perché risponde solo agli interessi di alcuni rettori, baroni e dei privati, amici di questo Governo.
Lo straordinario movimento di questi giorni è destinato ad allargarsi e avrà il pieno sostegno della FLC CGIL. Per queste ragioni deve continuare ad essere pacifico e determinato negli obiettivi da raggiungere. Il rinvio a martedì del voto finale sul disegno di legge è un primo importante risultato.I giovani, i ricercatori, i precari, i docenti della scuola e dell'università che protestano non sono i soliti noti come sostiene il Ministro Gelmini: sono le vittime delle sue epocali controriforme. Il Ministro dovrebbe avere l'umiltà di ascoltare gli studenti e i ricercatori perché le sue politiche sono semplicemente distruttive della loro dignità e dei loro sogni.

Quel movimento chiede di cambiare la scuola e l'università ma non tagliando le risorse, peggiorando la qualità formativa e mettendo in discussione il diritto allo studio. Questo Governo arrogante e autoritario non è capace di dare un futuro alle nuove generazioni e per queste ragioni dovrebbe dimettersi.
Appuntamento per tutti quelli che tengono all'università pubblica martedì 30 a Montecitorio.
© 2005 fmline.com