Iniziative

Nota : i campi marcati con (*) sono obbligatori.
Nome e cognome * :
La tua email * :
Email del destinatario * :
Scrivi il tuo messaggio :
  Security Test Image
Digita il testo di sopra * :
Torna all'inizio





Scuola non statale
Contrattazione
Detassazione delle parti accessorie della retribuzione. Sottoscritti gli accordi regionali con Agidae e Aninsei.
Il 13 giugno e il 4 luglio scorsi la FLC CGIL di Roma e Lazio, insieme alle altre OO.SS firmatarie dei CCNL di categoria, ha sottoscritto rispettivamente con Agidae e Aninsei regionali gli accordi necessari per consentire al personale dipendente degli istituti che applicano tali CCNL di vedersi riconosciuta la detassazione delle componenti della retribuzione riconducibili ad incrementi di produttività, qualità, innovazione ecc. percepiti nell’anno fiscale 2011.
La detassazione è prevista e normata dalla D. L. 78/2010, art. 53 comma 1, e dalla circolare n.3/E del 14 febbraio 2011 dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero del Lavoro applicativa dell’ art. 1, comma 47, della legge n. 220 del 2010.
Tale disposizione legislativa stabilisce che le somme corrisposte al singolo lavoratore relative alle componenti accessorie delle retribuzioni corrisposte in relazione ad incrementi di produttività sono soggette ad un’imposta sostitutiva del solo 10%.
Secondo quanto definito dall’art. 53, comma 1, del d.l. n. 78 del 2010 l’applicazione del regime dell’imposta sostitutiva è riconosciuto entro il limite complessivo di 6.000 euro lordi, in favore dei lavoratori del settore privato titolari di reddito da lavoro dipendente non superiore all’importo di 40.000 euro nell’anno fiscale 2010.
Ai fini della applicazione della imposta sostitutiva è sufficiente che il datore di lavoro attesti nel CUD che le somme sono correlate a “incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa, in relazione a risultati riferibili all’andamento economico o agli utili della impresa o ad ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale” e che esse siano state erogate in attuazione di quanto previsto da uno specifico accordo o contratto collettivo territoriale o aziendale.
Va in ultimo segnalato che nel mese di maggio la successiva circolare della Agenzia delle Entrate n. 19/E del 10/5/2011 ha chiarito che possono essere portate in detassazione soltanto le somme percepite successivamente alla sottoscrizione dell’Accordo territoriale o aziendale.

Le intese riguardano tutto il personale docente, Ata e dirigente in forza nelle istituzioni educative, scolastiche e formative aderenti all’Agidae e all’Aninsei e che ne applicano il relativo CCNL.
Negli accordi sono stati esplicitamente indicati tutti quegli istituti contrattuali e quelle prestazioni che oltre al lavoro straordinario, a quello notturno, al lavoro supplementare svolto dai part-time sono specifici dei due contratti collettivi e che - da questi opportunamente regolamentati -comportano gli effetti di incrementi di produttività, qualità, innovazione ed efficienza organizzativa richiesti dalla norma.

Resta ancora da sottoscrivere l’analogo accordo con la FISM.
La FLC CGIL di Roma e Lazio ha sollecitato i livelli regionali dell’associazione datoriale affinché sia convocata al più presto la riunione con le OO.SS regionali per la definizione dell’intesa.
© 2005 fmline.com